Vai al contenuto

Installazione impianti di climatizzazione

Installazione di un impianto di climatizzazione multisplit: la soluzione ideale per rinfrescare e scaldare più locali, anche tutta l’abitazione.

È costituita da più componenti collegate ad un’unità esterna che fa funzionare in modo separato gli elementi interni: ogni parte si attiva e si regola a piacere in modo indipendente rispetto alle altre e può essere scelta di design differente (il classico split a parete, piuttosto che la versione a pavimento o quella da nascondere all’interno del controsoffitto). Split interni e unità esterna sono collegati tra loro da sottili tubazioni per il circuito di gas refrigerante e dalle linee elettriche: queste possono venire incassate nelle pareti o essere racchiuse in apposite canaline per chi vuole evitare lavori di muratura. L’unità esterna deve avere una potenza adeguata per supportare il funzionamento contemporaneo di tutti gli split interni; questi ultimi possono avere potenze diverse e vanno scelti in rapporto al volume da raffreddare, all’esposizione solare, al numero di finestre e ad altri fattori che un buon tecnico sa valutare con esperienza.

Climatizzazione: la filtrazione dell'aria

Un aspetto importante da non sottovalutare è il sistema di FILTRAZIONE dell’aria.

I filtri, infatti, hanno il compito di trattenere le impurità contenute nell’aria neutralizzandole, eliminando allo stesso tempo i cattivi odori ed i batteri responsabili dell’“inquinamento casalingo” sempre più spesso responsabile di allergie e disturbi respiratori.

In questo modo l’aria risulta più respirabile e “frizzante”, simile a quella di montagna.

Climatizzazione: deumidificazione

Un fattore che merita la giusta attenzione è la DEUMIDIFICAZIONE: se il livello di umidità è basso, l’organismo ha una più corretta sudorazione e non si avrà quella sensazione di caldo fastidiosa e di disidratazione anche della pelle.

AdobeStock_268568228_Preview

Climatizzazione: pompa di calore

Funzione ormai fondamentale è quella della POMPA DI CALORE: i climatizzatori in pompa di calore vengono utilizzati in sostituzione degli impianti di riscaldamento più convenzionali.

In Italia la tendenza e’ quella di affiancarle ad altri sistemi risolvendo due problemi: da una parte l’eccessivo calore estivo e dall’altra il rigido freddo invernale. Inoltre, le pompe di calore non sono soggette ad alcuna limitazione per quanto riguarda il periodo di accensione, al contrario del sistema di riscaldamento tradizionale a termosifoni.
Ciò rappresenta un vantaggio soprattutto nelle mezze stagioni, quando e’ necessario deumidificare o riscaldare leggermente l’ambiente prima dei termini consentiti dalla legge per l’accensione dell’impianto centralizzato.

Abbiamo accennato al risparmio energetico e alla capacità di creare il giusto grado di umidità, ma non è tutto: questi modelli sono anche dei veri e propri purificatori d’aria.

Essi consentono un eccezionale trattamento dell’aria rendendo così puri e salubri gli ambienti in cui viviamo garantendo una serie di importanti benefici come catturare la polvere e i peli degli animali, rimuovere odori dagli ambienti quali tabacco , rifiuti, prodotti della combustione, eliminare i batteri quali polline, muffe, virus.

This site is registered on wpml.org as a development site.